Italian

Introduzione

Se ti chiedessi di pensare a un chimico, immagineresti probabilmente qualcuno chiuso in un laboratorio, alle prese con sostanze pericolose…o forse in questo preciso istante stai pensando a Walter White. E se ti dicessi che la pianta sul tuo balcone o lì nel giardino è un chimico migliore?
Facciamo un passo indietro: qualsiasi organismo vivente produce e modifica continuamente composti chimici, ma le piante sono eccezionali da questo punto di vista. Sono così brave, che da tempo, ormai, utilizziamo alcune delle loro molecole organiche come farmaci (e non solo).
Anche prima di sapere che esse producono queste sostanze, i nostri antenati hanno utilizzato le piante nella cosiddetta medicina tradizionale. Scopriremo in post futuri in quanti modi il genere umano ha usato e potrà sfruttare l’abilità delle piante di sintetizzare un’ampia gamma di molecole.
Ora, la domanda è: perché le piante producono così tante molecole organiche che noi chiamiamo sostanze naturali/fitochimici/metaboliti specializzati (o secondari)? Dunque, certamente non perché esse vogliono alleviare il nostro dolore (ad es. con l’acido salicilico) o trattare il cancro (ad es. col paclitaxel); le producono perché ne hanno bisogno! Le piante usano queste sostanze per diversi scopi, ma soprattutto per interagire con l’ambiente e con altri organismi.
Se sei interessato alla chimica delle sostanze naturali o semplicemente curioso, segui il blog. Otterrai notizie relative a questo campo di ricerca (e campi di ricerca correlati) e conoscerai molecole e piante interessanti.

Stay tuned!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s